Lunedì 18 maggio
 
abbiamo riaperto
 
La Betullasport
Manteniamo disinfettate tutte le superfici del negozio, puliti e sostituiti i filtri dell'impianto di ventilazione e abbiamo  adottato tutti i protocolli necessari alla prevenzione della propagazione dell'epidemia...
Gli orari di apertura sono quelli estivi:
09,00 - 12,30 tutti i giorni feriali escluso il lunedì
16,00 - 19,30 tutti i giorni feriali
giorni festivi - chiusura

N.B. - Nell'ambito del territorio comunale, possiamo effettuare la consegna a domicilio di alcuni tipi di prodotti qualora qualche cliente non potesse o non volesse venirci a trovare. Per questo servizio telefonare al n° 0542 628511.

 
 
ABBIGLIAMENTO DONNA/UOMO TEMPO LIBERO e ATTIVITA' SPORTIVA
CALZATURE, SCARPE, SCARPONI e CALZE per CITTA', VIAGGIO, MARE, MONTAGNA, TEMPO LIBERO e ATTIVITA' SPORTIVA
ACCESSORI e ATTREZZATURE, MOSCHETTONI,  IMBRAGHI, CORDE, SISTEMI di SICUREZZA per FERRATE, per LAVORO, per l'ALPINISMO,  l'ARRAMPICATA SPORTIVA e l'ORIENTERING, OCCHIALI SPORTIVI e da tempo libero
GPS e NAVIGATORI GARMIN A PREZZI SPECIALI, ALTIMETRI e STRUMENTAZIONI ELETTRONICHE per AUTO, MOTO, BIKE e TREKKING, SISTEMI di MONITORAGGIO SPORTIVO per tutte le attività e le discipline
ABBIGLIAMENTO ESTERNO e ABBIGLIAMENTO INTIMO per CITTA', SPORT, TEMPO LIBERO, TREKKING, ALPINISMO, LAVORO, CAPI SPECIALI per usi speciali, ANTI UV , TRASPIRANTE, ASCIUTTO in poche ore
ZAINI per TREKKING, BORSE-ZAINI, ZAINI-VALIGE, ZAINETTI per montagna e usi sportivi, TROLLEY, BORSE, BORSONI, VALIGE per viaggio, ZAINETTI e BORSE per lavoro e uso scolastico,
 
 
ACCESSORI per CAMPEGGIO,  BIKE, ESCURSIONISMO e TEMPO LIBERO
SCARPE, SCARPONI, SCARPE da GINNASTICA per alpinismo, trekking, montagna, mare e deserto SANDALI, SANDALI per trekking, CIABATTE, PANTOFOLE, PLANTARI
TENDE, SACCHI A PELO, AUTOGONFIANTI, MATERASSINI, DORMIBEN, SACCHI LENZUOLO, LOTUSGRILL, GUANCIALI, FORNELLINI, BORRACCE e ACCESSORI per montagna, mare, bike e campeggio
MANTELLE e OMBRELLI per ESCURSIONISMO e BIKE, ATTREZZATURE per NEVE, ALPINISMO E TREKKING, BASTONCINI, CIASPOLE, RAMPONI, PICOZZE, CASCHI, ACCESSORI per alpinismo, nordicwalking ed escursionismo
REPELLENTI, RETINE e PROTEZIONI per insetti, depurazione dell'acqua,TORCE TATTICHE, COLTELLI, LUCI FRONTALI, BUSSOLE, ALTIMETRI, BINOCOLI, ACCESSORI,
LIBRI, MAPPE, CARTINE, GUIDE e CARTOGRAFIE
 
L'ASD MONTAGNAVVENTURA conferma tutte le attività estive in Sardegna dal 28 giugno in poi e sta preparando un programma di attività invernali adatto al difficile momento storico che stiamo attraversando e che sarà pubblicato nelle prossime news letter.
SPECIALE SARDEGNA
Alla fine di giugno sarà possibile partire per la sardegna anche se in forma adattativa alle nuove e future disposizioni di legge che ci impegneremo a seguire alla lettera per la protezione di tutti i nostri partecipanti e con l'obbligo di usare la mascherina in pullmino e in ogni ambiente frequentato da altre persone.
A tal proposito è probabile che il viaggio di A/R e gli spostamenti avvengano con l'occupazione di soli 6 posti in ogni minibus invece dei 9 previsti, e che sia obbligatorio acquistare la poltrona o la cabina per il viaggio in nave con un aggravio di costo sulla quota della vacanza.
Mentre non ci sarà problema a raggiungere e sostare sulle spiagge deserte o su quelle più frequentate come pure ad effettuare tutte le escursioni previste, quasi per certo sarà  necessaria una documentazione sanitaria consistente in un tampone recente o in un test sierologico per raggiungere e sbarcare sull'Isola.
Le norme di distanziamento all'interno della casa saranno quelle comuni a tutte le attività di soggiorno e  turismo.
Sarà dunque fondamentale che tutti coloro che hanno già effettuato le prenotazioni ci inviino una conferma definitiva e che, per le nuove iscrizioni, le persone ci contattino rapidamente in quanto le attuali normative in materia di viaggio hanno più che dimezzato la capienza dei traghetti e degli aerei e quindi potrebbe essere difficile reperire i biglietti necessari.

 
 
La Sardegna che sopravvive e si nasconde dai turisti dell'estate. Le spiagge deserte davanti al mare sconfinato. Un viaggio alla ricerca di odori, sapori e colori antichi. La cucina etnica con le erbe e i profumi dell'estate. La mente che si perde nei paesaggi pieni di magia e sensazioni.
 
La residenza affacciata sul mare, appoggiata nel verde e fra i graniti, solitaria e silenziosa, essenziale e comoda; una piscina scavata nelle rocce per bagnarsi nell'acqua dolce, un panorama di 80 km sul golfo di Cagliari. Ogni giorno nelle spiagge più belle e negli angoli segreti del sud, dalla costa est alla costa ovest. Mattina e pomeriggio sul mare e nell'interno dell'Isola facendo escursioni o semplicemente sulla sabbia fra l'acqua e l'ombrellone. Dopo cena a Cagliari o alle sagre dei paesi vicini oppure sosta presso per fare massaggi e trattamenti di salute e benessere. E' una settimana di natura, archeologia, mare, montagne, grotte, escursioni, gite in barca e di tutto quanto può offrire questa meravigliosa Isola .
 
PROGRAMMA di massima: 1° giorno: Viaggio di andata e sistemazione – 2° giorno: Spiaggia di Feraxi e Capo Ferrato – 3° giorno: Spiaggia di Piscinas /Scivu/Torre dei Corsari – 4° giorno: Spiaggia di Sa Ruxi/Solanas – 5° giorno: Spiaggia di Cala domestica/Masua/Canalgrande – 6° giorno: Spiaggia di Cala Sinzias/Cala Pira/escursione in gommone facoltativa a Serpentara – 7° giorno: Spiaggia di Quirra/ Murtas - 8° giorno: Is Arenas e Tempio di Antas/Portixeddu - 9° giorno: Dune di Teulada/Is Zuddas – 10 giorno: Spiaggia di Prumare – 11 giorno: Porto Tramatzu/Costa del sud - Utimo giorno: Ritorno. Minimo 6 massimo 16 partecipanti
 
Quota 9 notti - 10 gg di attività varie + cene e colazioni + assistenza guida + gite giornaliere + Viaggio A/R in Minibus e Traghetto (passaggio ponte) + trattamenti di benessere a richiesta ...€ 610,00 – in agosto € 690,00 (Supplemento singola ..€ 90,00) (Supplemento per monolocali Arancio, Limone e Ulivo ...€ 60/90,00 a persona). Quota di Agosto per 11 notti - 12 gg di attività varie … € 830,00.  In tutte le formule: Bambini 5-7 sconto 30% 08-13 anni ... sconto 20% 14–17 sconto 10%
 
Qualora fosse necessario inserire un ulteriore minibus per garantire le distanze fra i passeggeri  ... € 80,00 - A chi viaggia in aereo A/R viene detratto il costo del traghetto di € 80,00
 
 
ASD MontagnAvventura (Associazione Sportiva e Naturalistica di Promozione Sociale) Info e Iscrizioni c/o LA BETULLA SPORT Imola - tel 0542 628396 Paolo Pausini 333 6813899 email montagnavventura@yahoo.it
 
 
La Sardegna è un luogo dove la magia e la natura trasformano in suggestioni, i colori, i profumi,
la bellezza dei paesaggi, i rumori e i suoni del vento.
Sono i canti di un'isola antica e accogliente che 
questa estate potremo vedere libera anche
nei luoghi in cui è stata brutalmente violata.
Una bellezza così diffusa e nascosta riserverà
stupore e sorprese a tutti coloro che, anche quest'anno,
ci seguiranno nei viaggi della Nostra Sardegna.
 
 
 
 
 
 
Consigli per andare in vacanza
  La serenità persa nella frenesia della vita quotidiana consumata dallo stress e dall'insicurezza dovute alla reclusione, alla precarietà del lavoro, alla assenza dei servizi, alla mancanza del movimento, alla minore esposizione al sole, e a tutte le regole imposte dalla pandemia ci mette in una condizione di pericolo gravissimo per la nostra salute.
La riduzione delle difese immunitarie e la riduzione delle attività organiche del nostro corpo, producono difese meno efficaci nei confronti dei fattori esterni come infezioni e malattie, mentre la  disordinata attività immunologica può individuare come bersagli da contrastare cellule, organi e apparati del nostro corpo dando origine a pericolosi processi autoimmuni.
Sul piano psicologico la fragilità legata alla provvisorietà e alla insicurezza possono provocare  ugualmente situazioni di letargia e di rallentamento del metabolismo e dello stato di attenzione come pure episodi o di aggressività  e violenza generati dal progressivo abbassamento del livello della pazienza e della sopportazione.


Bisogna aumentare la quantità e la qualità del movimento,
scegliere luoghi in cui si possa ridefinire correttamente
il rapporto con l'aria, l'acqua e la terra;
la montagna, i laghi, i fiumi, il mare
... e fortunatamente l'Italia abbonda
di luoghi straordinari e ancora abbastanza integri.
Bisogna costruire per sè uno stile di vita 
che tenga conto del rimo circadiano
che ci propone la natura,
alimentarsi in modo corretto
e allacciare nuovi rapporti umani. 

 
VIVERE SENZA PAURA
(...dentro ai recinti di caccia, dove la terra da correre è poca anche se gli steccati stringono a corona le montagne più alte, i cinghiali perdono la capacità di riprodursi. Gli animali, un tempo fieri e combattivi, diventano goffi e gonfi come i maiali e il branco non combatte più per la salvezza di tutti. Ognuno per sè...)

Finalmente quasi liberi; liberi di uscire e incontrare gli amici; liberi di vedere che al supermercato vengono ancora le stesse persone; liberi di camminare e sentire la terra e l'erba sotto ai piedi; liberi di spegnere il computer per sentire la voce e scoprire il profilo e i colori di qualcuno e non il suono e le immagini di un apparecchio elettronico; liberi di acquistare ciò che ci è veramente utile e non ciò che ci consola o che serve a riempire un vuoto; liberi di correre a piedi, in bici, in auto; di correre oltre il fiume e le colline col pensiero e con i piedi per cercare i fiori di questo maggio senza piogge che non potevamo vedere da casa.
La paura che ci hanno fatto nascondendoci le verità e i perchè di questa strana malattia che ci è costata ben più dei mille miliardi che promettono ogni giorno, non finirà mai, ma ora ci sembra quasi di essere liberi.
Abbiamo bisogno di  recuperare il tempo che abbiamo perduto alla ricerca di passatempi e lavori inutili, e di fare il pieno di affetti e di contatti umani; abbiamo bisogno di collegare il nostro corpo alle sensazioni e ai sentimenti della gente che incontriamo, fare squadra e spingerci oltre fino a raggiungere i punti che prima della crisi ci sembravano lontani e irraggiungibili ma che ora diventano i nostri nuovi obiettivi.
Possiamo e dobbiamo osare nel manifestarci agli altri, cercare gli altri, stare con gli altri, abbattere le recinzioni; anche quelle che abbiamo costriuito attorno a noi nel corso degli anni per proteggerci, quando gli altri potevano invaderci; ed ora, che siamo rimasti soli ed abbandonati per tanto tempo, vorremmo non aver mai costruito.
Abbiamo bisogno di trovare un nuovo equilibrio dentro di noi e per noi; fare un esame per scoprire a fondo le nostre risorse, le qualità che ci apparivano inutili, il piacere delle sensazioni che possiamo provare; scoprire la nostra bellezza specchiandoci nella natura e nelle persone che ci circondano.
Dobbiamo muoverci e sentire la terra che corre sotto ai piedi; sentire l'acqua che ci lava ogni volta che ci bagna; cercare le strade nascoste sotto gli antichi percorsi e i sentieri che circondano le città; trovare motivazioni ed energie nuove; dobbiamo guardare al futuro senza paura.
Possiamo finalmente aprire i recinti dove il filo spinato ci ha traformati in grassi e comodi maiali; per annusare con impazienza l'odore dell'aria spostata dal vento dell'estate e prepararci a correre follemente lungo la collina fino al fiume; per lavarci via tutte le bugie e le mistificazioni alle quali abbiamo voluto credere e scoprire finalmente i colori della verità.
LA SARDEGNA SULLE ORME DELLA NATURA E DELLA STORIA
Dal 04 - 11 ottobre, organizzeremo un soggiorno itinerante di di mare e montagna attraversando tutta la Sardegna per conoscere meglio La Cività Nuragica, i luoghi, la natura e le opere del Popolo Sardo: questo popolo straordinario che ha raggiunto l'apice del suo sviluppo nell'età del bronzo medio, circa 800 anni prima della nascita di Romolo e Remo.
Soggiorneremo in diversi angoli dell'isola cercando le comodità o le peculiartà nascoste come le sorgenti termali, le antiche città puniche, fenicie e romane, le spiagge più belle e irraggingibili e i luoghi pieni della storia più antica che conducono al mito di Atlantide e ai contatti con i popoli celtici, agli abitanti della lidia e dell'egitto.
Sarà un viaggio nel nostro passato fino a raggiungere le radici più sconosciute e profonde e insieme nella storia e nella natura della Sardegna dove le calde acque del mare ci consentiranno di fare spesso il bagno, dove i sentieri ci porteranno lungo gli antichi percorsi fino alle rovine dei grandi manufatti della cultura megalitica più importante ed imponente del mediterraneo, dove respireremo l'aria fragrante e incontaminta e ascolteremo l'anima dell'isola che ci racconta...

 
 FATTI, EFFETTI e DOMANDE
"Bisogna cambiare le mappe mentali, perché non c’è gloria che tenga. Nessuno escluso. La fragilità ci accomuna. La pandemia insegna ... Un futuro meno di corsa: meno macchine, meno aerei. Progettare un’esistenza virtuosa, con Madre natura: senza di lei ci estingueremmo. Lei ci salverà. Perché ci sta dicendo che così non va più bene. Ma ci sta dando anche consigli per progettare un nuovo mondo", afferma la virologa Ilaria Capua nell’intervista di Maria Luisa Agnese in collegamento da Gainesville, cittadina dove risiede e lavora presso l’Università della Florida. «La generazione di personaggi che ci ha portati fin qui sta sparendo ... Ma il virus sembra meno aggressivo con le donne, considerate da sempre più fragili... »

Premetto che ciò che mi accingo a scrivere non è una critica nè un atto di accusa contro il governo o i governi degli altri paesi che si sono mossi coerentemente alle direttive emanate dell'OMS, ma una piuttosto una retrospettiva colorata qua e là da considerazioni e valutazioni in ordine alla capacità delle persone di comprendere la effettiva gravità della situazione e di reagire attraverso la produzione di un pensiero e di atteggiamenti e stili di comportamento alternativo ai vecchi e antichi schemi che tutti dicono di voler cambiare quando affermano che "nulla sarà più come prima". 

"... I primi giorni sono stati dominati dalla Paura di essere invasi e uccisi da qualcosa di ignoto che nessuno ci ha mai voluto spiegare in termini semplici ed esaustivi pensando che fossimo troppo stupidi per capire e farci un'idea personale di ciò che stava accadendo. E' stata la fase del pensiero unico e della guerra dei giornalisti e dei professori contro molte voci autorevoli e titolate fuori dal coro che sono state arbitrariamente e proditoriamente associate alle fake-news che infestano quotidianamente i social;
Le settimane ed i mesi successivi sono stati quelli del Lock-down che ci ha tolto la libertà di decisione, di azione e di pensiero impedendoci di comprendere e valutare bene il pericolo reale per scegliere gli stili di vita e i mezzi pratici per difendere noi stessi, le nostre famiglie e le nostre comunità. Unica alternativa l'isolamento sociale, concepito da un gruppo di politici e di scienziati in virtù del diritto dell'emergenza,ha rappresentato l'unica arma di difesa possibile ed è stato imposto con la lucida consapevolezza di creare un baratro incolmabile nell'economia del paese e nella gestione presente e futura del sistema dei rapporti umani. Con la complicità del silenzio della maggioranza delle persone, il distanziamento sociale è stato e viene tuttora presentato non solo come strumento di supporto alla prevenzione della pandemia ma come una nuova etica sociale permanente da mantenere e sviluppare nella forma di una nuova morale che modificherà usi e costumi futuri;
la cosiddetta Fase 2° è quella delle mascherine e del distanziamento sociale concepito per creare la barriera utile al contenimento di un virus che paradossalmente pone nella sua virulenza, ossia nella facilità e nella rapidità di diffusione, l'unica effettiva arma che possiede. L'utilizzo delle mascherine che appare corretto negli spazi chiusi, affatica in modo evidente tutte le persone che lavorano sotto stress, con fatica o in situazioni di caldo, umidità e scarsa aerazione producendo disagi e pericoli sino ad ora sconosciuti.  La fase 2° decreta inoltre la continuazione dello stato di privazione della libertà personale e collettiva fino al 31 dicembre 2020 per effetto della proroga dello stato di emergenza, mentre Il giornalismo e la politica continuano ininterrottamente ad affermare che il COVID-19 è responsabile del disastro economico che si è creato in seguito al lock-down come se la scelta del lock-down non sia stata una scelta politica. Altra affermazione discutibile è il COVID-19 sia responsabile di aver creato la fragilità sociale che stiamo sperimentando giornalmente e le premesse del un diffuso disagio mentale che colpirà le persone più deboli in un prossimo futuro nella misura di centinaia di milioni di casi.
In molte occasioni abbiamo ascoltato che molte persone e anche diversi cosiddetti "scienziati" guardano con rimpianto e nostalgia l'efficenza delle strutture e degli apparati cinesi che intervengono con grande rapidità a riparare ogni smagliatura del sistema sanitario di protezione mentre le direttive emesse dal governo italiano spesso vengono disattese, e contravvenute. Ciò che ci divide e differenzia dalla Cina è un'antico metro valoriale che appartiene alla nostra cultura e che fortunatamente si è sedimentato nel nostro DNA sociale ed antropologico.
  Mentre il neocapitalismo-comunista cinese è di fatto una dittatura che si prefigge di mantenere e migliorare i livelli di produzione e di efficenza degli apparati e delle industrie di stato a scapito dell'inquinamento, della rapina mondiale di materie prime, dello sfruttamento della manodopera, della negazione dei diritti civili di rappresentanza, le democrazie occidentali, almeno in apparenza, si spendono per affermare valori quali il miglioramento sociale ed economico, la libertà di pensiero, la realizzazione dei progetti personali, ecc...
Nel neocapitalismo-comunista la salute è un valore perchè è indispensabile per mantenere i livelli di produzione,  nel mondo occidentale la salute di per sè non è affatto un valore poichè il valore reale è il raggiungimento della felicità che non esiste in assenza di libertà e autodeterminazione. Eppure, in questi giorni, abbiamo sentito parlare di salute come primo fra i valori da difendere  e da tutelare e, in nome del principio della "Salute prima di tutto", stiamo sacrificando la qualità della vita e i rapporti sociali dell'intero pianeta con un defaut incalcolabile del benessere sia fisico che spirituale a cui si sta aggiungendo un disagio economico incalcolabile.
"la Salute è una condizione relativa di efficienza del proprio organismo corporeo che viene vissuta individualmente, a seconda dell'età, come uno stato di benessere fisico e psichico caratterizzato dall'assenza di gravi patologie invalidanti. La salute psicofisica,  oggi viene indicata come il conseguimento della migliore qualità e durata della vita ottenibili preservando e ripristinando lo stato di benessere anche spirituale. Ogni individuo è reponsabile del suo stato di salute e di benessere che, nel corso dell'esistenza può essere stato più o meno compromesso da situazioni esterne come deficit organici e psicologici o interne come stili di vita pericolosi o sbagliati. La salute è soprattutto un fatto personale; è l'assenza di salute che diventa un fatto collettivo da risolvere a favore e nel rispetto dei singoli ".
Dopo un paio di mesi dall'inizio della fase pandemica i numeri di questa guerra combattuta nella trincea di casa nostra o del nostro balcone sono i seguenti:
 
Ad oggi, 23 maggio 2020, i decessi a livello mondiale per coronavirus sono circa 330.000 di cui oltre il 90% con un'importante patologia pregressa in atto e l'età media di oltre 80 anni.
Evidentemente la magnanimità, la lungimiranza, l'equalitarismo e lo spirito filantropico del nostro sistema economico e delle persone che ne fanno parte sponsorizzando i Galà, le Feste di beneficenza e la Cooperazione internazionale accetta con disinvoltura e falso buonismo che nel mondo muoiano di fame un milione di persone al mese di cui oltre la metà sono bambini, mentre riesce a inibire l'intero sistema mondiale del lavoro e della produzione per la paura generata da un'epidemia che, con oltre cinque milioni di casi accertati, ha portato alla morte meno di 80.000 persone al mese per COVID-19.
Questa è una situazione nella quale mi vergogno di appartenere al genere umano e mi accorgo che la libertà non esiste se non viene praticata, raccontata e insegnata ogni giorno ed ogni momento della esistenza di ogni persona.
Il deficit di umanità, di consapevolezza e di compassione che si nasconde dietro questi numeri è sicuramente più pestilenziale e mortale del COVID-19 e i modelli educativi e formativi che adottiamo nelle scuole e nella formazione superiore degli atenei universitari, dei master e delle scuole di politica non risolveranno di certo questo gap che ogni giorno fa aumentare le distanze e le differenze che separano le persone in ogni angolo del pianeta.
Un uomo corretto e onesto, educato nelle scuole militari inglesi e votato all'educazione dei ragazzi, scriveva queste semplici parole nei primi anni del 1900:
"In un Paese libero è facile ed anche piuttosto comune, che uno si consideri un buon cittadino solo perché osserva le leggi, fa il suo lavoro, ed esprime la sua scelta in politica, nello sport ed in altre attività. Lasciando che gli altri si preoccupino del benessere della nazione. Ma i cittadini passivi non bastano per tenere nel mondo le virtù della libertà, della giustizia, dell’onore. Per far questo occorre essere cittadini attivi. I quattro punti della formazione scout per raggiungere lo scopo di educare i ragazzi a diventare cittadini attivi sono: Carattere, Salute e Forza fisica, Abilità manuale e Servizio del Prossimo" (Baden Powell)
Nessuno di questi principi appare nei programmi pedagogici ed educativi del nostro sistema scolastico nè come metodo nè come obiettivo della formazione; e nessuna di queste abilità possiamo liberamente esercitare nella situazione di emergenza che stiamo vivendo.
E' solo un caso o è la dimostrazione che coloro ci stanno rappresentando dai seggi della maggiornanza e dell'opposizione non conoscono neanche i fondamentali della pedagogia della libertà o che piuttosto nascondano questi principi affinchè le persone dimentichino il gusto ed il valore dell'indipendenza e dell'autonomia e diventino finalmente un gregge?
 
ABBIAMO REALIZZATO UN NUOVO SITO WEB CHE SOSTITUISCE E INTEGRA IL PRECEDENTE, DOVE VENGONO AGGIORNATI TUTTI I PROGRAMMI

www.labetullasport.it

... lo abbiamo fatto per essere più vicini al mondo che cambia, alle persone che ci frequentano da tanti anni, e a quelli che non ci conoscono ancora

... è un sito che potrà potrà cambiare ogni giorno e che non parlerà solo di cose tecniche e sportive ma, attraverso un blog all'interno, parlerà anche di salute, di benessere, di viaggi, delle attività che fanno stare bene, della felicità e della bellezza, della natura, della vita di ogni giorno e di quella che ognuno potrebbe e dovrebbe costruire per sè.

... è da visitare per curiosità, per trovare delle risposte, per sapere chi siamo e cosa facciamo noi che vi accompagnamo nelle escursioni, nelle attività e negli acqusti utili alle vostre esigenze, ma anche per trovare cose che non si possono certamente acquistare.


 
 
CONVOCAZIONE dell'ASSEMBLEA dei SOCI della ASD MONTAGNAVVENTURA - In data 26 aprile 2020 è stata convocata e poi rimandata per divieto di riunione, l'assemblea ordinaria dei soci dell'associazione ASD  Montagnavventura presso la sede sociale di via Fanin, 10 per discutere e deliberare sul seguente o.d.g.:
1. Lettura ed approvazione del Rendiconto Economico Finanziario dell'anno 2019;
2. Attività dell'associazione: resoconto e proposte;
3. Definizione della quota sociale;
4. Definizione delle attività e delle eventuali quote straordinarie di adesione ai gruppi.
5. Varie ed eventuali.
La seconda convocazione e definitiva convocazione è stata  spostata al giorno 25 giugno   qualora le leggi lo consentano, alle ore 09,00 in via Montanara ovest, 1 di Fontanelice.
Imola, 26 aprile 2020 Il Presidente - Paolo Pausini
 
... la nostra informazione è finalizzata ad offrire sempre nuove attività ed occasioni per stare bene e sentirsi bene al di fuori di qualsiasi intento speculativo e di lucro. Se pensi che questa informazione possa essere utile ai tuoi amici ed ai tuoi contatti fai un regalo inviandola a qualcuno di loro affinchè ci conoscano e si crei così un gruppo sempre maggiore di persone interessate e consapevoli. Se non ti interessa cancellati con un clic.
 
 
Questa email è stata inviata a paolopausini@libero.it
Ricevi questa email perché sei iscritto a La Betulla S.r.l.
 
 
 
© 2020 La Betulla S.r.l.